Archivi della categoria: Gesti concreti

Cooperativa Sociale “il Germoglio” a.r.l.

Cooperativa Sociale “il Germoglio” a.r.l.

 

Sede legale: Via Belvedere n°1, 83047 Sant’Angelo dei Lombardi (Av)

Presindente: Dott. Marco Luongo

Vicepresidente: Fiorenzo Vespasiano

e-mail: cooperativailgermoglio@gmail.com

Tel. 0827 23039 _ Fax 0827 216114

cell. 340.3082868 – 3271884195

É nato un Germoglio di speranza in Irpinia!

A un anno di presenza attiva del Progetto Policoro in Diocesi nove giovani, appartenenti a quattro comunità parrocchiali, sono riusciti a mettersi insieme per dare vita al primo gesto concreto dell’ Arcidiocesi di Sant’Angelo dei Lombardi – Conza – Nusco – Bisaccia. I ragazzi dopo un anno di cammino insieme all’animatore di comunità e accompagnati dal Tutor e dal proprio Vescovo, sono riusciti a superare l’idea statica del posto fisso. Animati dall’idea di collaborare, spinti dallo spirito di solidarietà hanno scoperto la concreta possibilità di poter cooperare. Così dopo gli incontri con le tre Pastorali di appoggio al Progetto Policoro i ragazzi prendono la decisione di costituire una cooperativa sociale.
L’incontro preliminare con il Vescovo per preparare la costituzione  della cooperativa  è stato l’8 settembre u.s., Natività della Beata Vergine Maria. La cooperativa si è costituita con atto notarile il 14 settembre u.s. giorno dell’Esaltazione della Croce. La cooperativa è stata denominata “Il Germoglio”  segno di speranza per i giovani dell’Irpinia.
Chi ha dato vita al primo segno di speranza sono studenti universitari e laureati che, animati da un forte entusiasmo e ricchi della propria professionalità, si sono messi in gioco per il bene comune.

Progetto comune dei soci, oltre a quello di dare risposta alle proprie esigenze lavorative, è di realizzare l’interazione tra le istituzioni locali per favorire la cooperazione fra i giovani e le loro famiglie, i giovani e gli anziani, i giovani e la Chiesa, quale “casa” comune.
STralcio dell’Omelia del Vescovo per l’apertura dell’Anno Pastorale:  “…Quanti germogli di speranza il Signore ha messo nelle nostre mani. Quanti segni della sua bontà sono sotto i nostri occhi da quando, a nome di questa santa Chiesa e specialmente di ogni giovane dell’Alta Irpinia, ho presentato al Papa Benedetto XVI la nostra volontà di non arrenderci dinanzi a una società insidiata dal male sottile della dipendenza e della sottomissione. Sì, penso specialmente a Voi, cari amici giovani. Conservo le vostre lettere, gli sms, le e-mail: sono i mezzi attraverso i quali potere raccontare anche a me quanto portate nel cuore, ma soprattutto ricordo i vostri sguardi, profondi e sinceri, indimenticabili. I colloqui personali che mi date la gioia di tenere con tanti di Voi mi confermano sempre più in quell’intima certezza che fonda il nostro cammino ecclesiale e il mio ministero episcopale: “Il Signore ci guiderà sempre”! (cf Is. 58,11) E che dire della prima cooperativa nata all’insegna del Progetto Policoro, dal nome tanto emblematico per noi: “Il Germoglio”. Quando i giovani si sentono sostenuti e non utilizzati, ascoltati e non ingannati, accade qualcosa di incredibile che sa di miracoloso: si mettono insieme con tenacia, svelano preziosi intuizioni fino a quel momento tenute nascoste con pudore e persino con vergogna, mostrando doti sorprendenti e soprattutto si presentano molto più motivati di quello che comunemente noi adulti pensiamo di loro. Non sto sognando. Sto solo raccontando quanto ho potuto toccare con mano in questi ultimi mesi”. (novembre 2009)

DOM

Nel corso del 2011 il Progetto Policoro diocesano ha accompagnato la nascita di un nuovo Gesto Concreto, il secondo nella nostra Diocesi. Questa nuova realtà imprenditoriale riguarda un’attività gestita da un giovane della Diocesi, Domenicantonio Forgione della Parrocchia SS. Domenico e Francesco di Sturno, che dopo il suo percorso formativo e religioso ha deciso di realizzare un negozio di articoli sacri spinto dal desiderio di gestire autonomamente il proprio lavoro assumendosi così il rischio imprenditoriale.

Dom Articoli Religiosi, che ha sede a Sturno (provincia di Avellino) in via Dante Alighieri 17 nella zona pastorale di Sant’Angelo dei Lombardi, ha visto la luce non senza difficoltà, come è logico aspettarsi quando un giovane si trova a far fronte alla scarsa disponibilità finanziaria necessaria sia per la costituzione che per l’avvio dell’attività in sé.

Domenicantonio ha ricevuto l’accompagnamento del Progetto Policoro diocesano verso la ricerca di un finanziamento che permettesse la realizzazione della sua idea imprenditoriale e allo stesso tempo di ottenere una modalità e un tasso consono alla situazione specifica.

Dopo vari incontri si è deciso di procedere con la richiesta di finanziamento a Sviluppo Italia, che Domenicantonio ha ottenuto in seguito alla stesura di un progetto relativo alla sua idea imprenditoriale e in attesa dell’erogazione del finanziamento ha richiesto un mutuo per accelerare i tempi per l’avvio dell’attività.

Via Dante Alighieri, 17   83055 Sturno (AV)

Tel/Fax: 0825 448920

Cell.: 3337265810

e-mail: domart@live.it

http://www.domart.it/

 

 

Michael di Donato Gasparro

MICHAEL

Un cammino nell’annuncio al servizio della Comunità

Il 21 gennaio 2013 nasce la ditta individuale MICHAEL, quarto Gesto Concreto e seconda attività nel settore della vendita di articoli sacri della nostra Diocesi, in risposta a un bisogno del territorio diocesano vastissimo che sarà un punto di riferimento per i nostri sacerdoti (e anche per i laici), e quelli delle Diocesi limitrofe (Salerno, Teggiano-Policastro), dove è possibile reperire tutto ciò che concerne articoli e paramenti sacri, didattica e libreria religiosa (libri,cd, dvd) e oggettistica per cerimonie (bomboniere) . Il titolare, Donato Gasparro, giovane della Parrocchia San Michele Arcangelo di Senerchia , proviene dall’esperienza del Progetto Policoro (già Animatore di Comunità dal 2003 al 2006). Donato ha ricevuto l’accompagnamento del Progetto Policoro diocesano nella ricerca di un finanziamento che permettesse la realizzazione della sua idea imprenditoriale e allo stesso tempo di ottenere una modalità e un tasso consono alla situazione specifica. Il Progetto Policoro diocesano ha contribuito nell’ analisi di mercato e nell’ individuazione dell’utenza della futura nascente attività commerciale per la stesura del progetto da presentare a Invitalia e ha seguito passo dopo passo l’evoluzione del progetto stesso. In attesa dell’ approvazione e dell’erogazione del finanziamento, Donato ha già reperito i fondi necessari all’avvio dell’attività e oggi offre consulenza e vendita a domicilio, oltre ad essere presente a Senerchia (Av) con un punto vendita. Anche dopo l’apertura dell’attività il Progetto Policoro diocesano continua a seguire Donato nell’accompagnamento confrontandosi periodicamente sull’andamento e sui bisogni ai quali si può sopperire attraverso la rete del Progetto Policoro.

I servizi offerti:
– ARREDO LITURGICO
– PARAMENTI SACRI
– ABITI RELIGIOSI E PER CERIMONIE (BATTESIMO PRIMA COMUNIONE)
– LIBRI – CD – DVD
– ICONE – OGGETTISTICA
– BOMBONIERE
– ARTICOLI DA REGALO PER RICORRENZE PARTICOLARI

 

Michael di Donato Gasparro

Via Castagni Pdz   83050 Senerchia (AV)

Cell.: 3392802280

e-mail: donato.gasparro@libero.it

Creazioni Angela

Creazioni Angela:
una scommessa familiare che sa di futuro

Nel cuore dell’Irpinia, a Castelvetere sul Calore, comunità dell’Arcidiocesi di S. Angelo dei Lombardi–Conza-Nusco- Bisaccia, il 13 settembre 2014 è stato inaugurato il sesto “Gesto” diocesano del “Progetto Policoro”: Creazioni Angela S.a.s. di De Cristofano Angela &C. Creazioni Angela è una ditta imprenditoriale che si caratterizza come sartoria su misura, sartoria di alta moda (aggiusti sartoriali, personalizzazioni, ricami, abiti da cerimonia, abiti eleganti e per ogni occasione) e come sartoria ecclesiastica. L’inaugurazione è stata preceduta da un convegno tenuto nello splendido scenario del “Borgo medievale” di Castelvetere, nell’auditorium comunale, introdotto dal saluto del vicario parrocchiale, don Aurelio Scalona e del sindaco di Castelvetere, Rag. Giovanni Romano, a cui hanno fatto seguito gli interventi dei seguenti relatori con le rispettive tematiche: -don Rino Morra, direttore dell’Ufficio per i Problemi Sociali e del lavoro: Il Progetto Policoro e i gesti concreti della nostra Arcidiocesi; -don Antonio Di Savino, direttore dell’Ufficio Liturgico: Il vestire sacro; -Mons. Tarcisio Gambalonga, direttore dell’ufficio per i Beni Culturali: Storia ed evoluzione delle vesti liturgiche; L’intervento conclusivo è stato tenuto da S.E. Mons. Pasquale Cascio, Arcivescovo. Con il convegno si è voluto evidenziare come la Chiesa, soprattutto del sud Italia, attraverso il “Progetto Policoro”, sia impegnata a valorizzare ed aiutare la nascita di attività lavorative, soprattutto giovanili, valorizzando al tempo stesso l’importanza e la dignità delle vesti liturgiche. L’attività è a conduzione familiare ed è portata avanti da Angela De Cristofano, che già da molti anni opera nel campo sartoriale, insieme al figlio più grande, Antonio. La signora Angela, nel 2011, ha partecipato ad un corso per la creazione di abiti liturgici presso le Suore Benedettine di Pontasserchio (PI). S. E. Mons. Cascio ha poi benedetto i locali della sartoria, esortando tutti ad una concezione cristiana del lavoro basata sulla solidarietà e sulla sussidiarietà, soprattutto in questo tempo di crisi che attanaglia il nostro Paese. Nel pomeriggio, i partecipanti alla manifestazione di apertura dell’attività hanno avuto l’opportunità di visitare il Museo dei Parati e Tessuti Sacri della vicina comunità di Montemarano.

  • Creazioni Angela S.a.s di De Cristofaro Angela & C.

Sede Legale : Via Roma, 68 – 83040 Castelvetere sul Calore (AV)

Email : creazioniangelasas@gmail.com

Tel. 082765154

Cell. 3331510251  

 

Dacci un Taglio

Dacci un Taglio
«Non esistono formule magiche per creare lavoro, bisogna investire nell’intelligenza e nel cuore delle persone»

don Mario Operti

Vi presento il mio piccolo gesto concreto.

Nell’estate 2013 sono stato invitato, insieme ad altri giovani della diocesi, a conoscere il ruolo dell’Animatore di Comunità del Progetto Policoro. Del Progetto Policoro avevo sentito parlare in Parrocchia e in alcuni incontri della Pastorale Giovanile diocesana. Non mi ero mai soffermato ad approfondire tale realtà. Superato tutto questo, l’equipe diocesana mi affida il compito di essere il sesto Animatore di Comunità della nostra Diocesi.

Incomincio il cammino seguendo le realtà del nostro territorio insieme al tutor e all’equipe. Man mano che partecipo alle Formazioni Regionali e Nazionali,incomincio a chiedermi se il mio compito debba solo essere di tramite: un accompagnatore per i giovani che si accostano al Progetto Policoro in Diocesi. Così una mattina aspetto il tutor don Rino, lo fermo prima di che incominci ad occuparsi di tante attività già in essere. Gli annuncio di volermi mettere in discussione, pensando di vivere il Progetto Policoro, non solo come sostenitore ed accompagnatore per i giovani, ma affiancarmi agli altri,provando l’esperienza del mettere su la mia attività artigianale. Lui si mostra da subito entusiasta e mi invita a scoprire da dove partire e chiarire bene il dove voler arrivare, cosa voler realizzare. Detto fatto.

Incomincio a verificare quello che ho a disposizione, a confrontarmi con l’equipe diocesana, in modo particolare con la commercialista, con la quale individuo anche le forme di finanziamento in atto più vicine alle mie esigenze. In quel periodo purtroppo era bloccato, per riordino, il Credito della Speranza della Caritas Italiana. Nella nostra Diocesi, non è ancora attiva nessuna forma di Microcredito. Così, la modalità di finanziamento individuata per me è stata quella proposta daInvitalia. Una volta individuato il luogo dove aprire la mia attività, sono pronto a stilare e presentare il mio business plan.

Dopo aver superato i colloqui con la direzione di Invitaliaper l’approvazione del mio business plan, incominciamo i lavori. Durante i vari lavori difficoltà e momenti di scoraggiamenti non sono mancati. Tutto è stato superato grazie ad alcune persone. Il mio tutor, don Rino Morra, mi ha accompagnato presso vari uffici per risolvere le pratiche burocratiche. Il mio parroco,mons. Tarcisio Luigi Gambalonga, è da sempre attento a me e ai giovani della Parrocchia. Il Vescovo,mons. Pasquale Cascio, ha avuto per me parole giuste nei momenti di bisogno. Gli Animatori di Comunità, che mi hanno preceduto in Diocesi,hanno preparato il prosieguo del cammino. Anche i Gesti Concreti già presenti mi sono stati vicini. Ringrazio anche i fornitori ei tecnici che hanno lavorato per sistemare il mio luogo di lavoro.

Finalmente domenica 3 maggio 2015 viene inaugurato il 7° Gesto Concreto diocesano: un salone di parrucchiere-barbiere. Quando volete, passate per un taglio.

Carmine Pepe, Animatore di Comunità

Dacci un Taglio

Sede Legale : Piazza della Vittoria, 19 – Lioni (AV)

Tel. 0827 47968

DacciUnTaglio

 

Carmasius

 

 

La cooperativa “Carmasius”,ultimo gesto concreto nato in Diocesi, inaugurata il 27 Luglio 2018 è composta da cinque donne, Alfonsina Casarella, Gerardina Lucadamo, Eva Tanga, Francesca Maiorano e Ramona Del Priore, che si sono unite durante il Corso O.M.C.T.I. (Operatore di Marketing Culturale e di Turismo Integrato), una figura professionale nuova e innovativa, in grado di occuparsi delle strategie e della progettazione del marketing relativo ad un’offerta turistica integrata. È in grado di progettare pacchetti turistici che offrono più elementi integrati fra loro (naturalistici, ambientali, enogastronomici, culturali…) e si occupa della promozione degli stessi. Dopo aver costituito un comitato pro tempore, il gruppo ha operato per circa un anno, testando l’affiatamento tra le componenti, le relazioni con enti e associazioni, la recettività e la risposta del territorio; constatando la necessità di avere in Irpinia una figura competente e formata, che sia in grado di preparare il territorio, al fine di offrire un prodotto turistico di qualità, competitivo e che possa rispondere alle nuove esigenze del turismo secondo le nuove dinamiche economiche. Da qui, grazie al supporto e alla vicinanza del Progetto Policoro, la decisione di prendere forma divenendo Cooperativa, cioè un soggetto in grado di operare sul territorio in modo serio e produttivo. La cooperativa “Carmasius” avvalendosi di enti, associazioni e agenzie già presenti sul territorio sviluppano piani integrati per la promozione dell’Irpinia accompagnando il visitatore in percorsi fatti di odori, sapori, tradizioni, cultura, spiritualità, fatti di natura e pietra, sempre nel rispetto dei grandi tesori che la memoria ci consegna. L’ospite, con le sue esigenze e le sue peculiarità, è sempre al centro dell’attenta progettazione, portandolo ad esperire delle tante eccellenze del territorio irpino. Servizi e prodotti offerti: accoglienza, web marketing, social media marketing, comunicazione, itinerari di turismo integrato, consulenza aziende ed enti, promozione, coordinazione e realizzazione di eventi e manifestazioni culturali, artistiche, storiche, religiose, folkloristiche, enogastronomiche, sociali, sportive, realizzazione e gestione di beni e servizi a strutture museali, spazi culturali, monumentali e ambientali, gestione e organizzazione di servizi turistici e culturali, progettazione turistica.

Il target di riferimento è ampio e variegato, i servizi offerti si rivolgono ad aziende ed enti, scuole, associazioni, gruppi parrocchiali, comitive, pellegrini, professionisti, escursionisti, sportivi e appassionati della natura.

Forme di finanziamento: investimento personale, Arcidiocesi.